[09-Jul-2020 21:10:59 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/fw/core/core.reviews.php on line 11 [09-Jul-2020 21:11:00 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/fw/core/support.attachment.php on line 11 [09-Jul-2020 21:11:00 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/fw/core/support.post.php on line 11 [09-Jul-2020 21:11:00 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/fw/core/support.post_type.php on line 11 [09-Jul-2020 21:11:00 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/fw/core/support.taxonomy.php on line 11 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/anchor.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/audio.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/br.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/blogger.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/call_to_action.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/chat.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/columns.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/form.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/hide.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/googlemap.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/content.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/image.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/line.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/infobox.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/price_block.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/slider.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/section.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/list.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/socials.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/table.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/twitter.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/quote.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/video.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/skills.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/reviews.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/promo.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_basic/title.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/accordion.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/button.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/countdown.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/emailer.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/dropcaps.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/highlight.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/icon.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/gap.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/parallax.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/number.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/popup.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/toggles.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/tabs.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/price.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/search.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/tooltip.php on line 6 [09-Jul-2020 21:11:01 CST6CDT] PHP Fatal error: Call to undefined function add_action() in /home/letture2/public_html/wp-content/themes/booklovers/shortcodes/trx_optional/zoom.php on line 6 "Teologia del diritto canonico" di Paolo Gherri | Letture.org
Teologia del diritto canonico, Paolo GherriProf. Paolo Gherri, Lei è autore del libro Teologia del diritto canonico edito da Lateran University Press: che rapporto intercorre tra la scienza teologica e quella canonistica?
Innanzitutto credo significativo, anche in vista di quanto potrà dirsi di seguito, precisare che il volume ha un sottotitolo che ritengo significativo per orientarne l’approccio: si tratta di (sei) “Lezioni introduttive” destinate a chi voglia approcciarsi ai ‘contenuti’ più importanti della materia senza dover pagare lo scotto di una vera e propria “Introduzione” epistemologica (oggetto di altra pubblicazione dello scorso anno: “Introduzione critica alla teologia del Diritto canonico”).

Per quanto riguarda il rapporto tra Scienza teologica e Scienza canonistica, sostengo da tempo (e sono praticamente l’unico) che si tratta di un rapporto di reciprocità ‘mediata’ come accade –ed è un esempio che faccio spesso– per la Chimica con la Medicina: è compito della Farmacologia ‘mediare’ questa reciprocità. Lo stesso accade con la Meccatronica ‘tra’ informatica e meccanica… e molte altre Discipline di questo tipo stanno sviluppandosi negli ultimi decenni. Potremmo parlare di Discipline ‘primarie’ (con una propria identità specifica e piena autonomia epistemologica) ed INTER-Discipline (perdonatemi il neo-logismo) che nascono ‘da’ e ‘per’ l’incontro, più operativo che non teoretico, delle prime. Attenzione, però, che non si tratta di Discipline ‘ausiliarie’ a quelle primarie, ma di vere Discipline che permettono qualcosa di nuovo, non possibile dall’interno di quelle primarie, dalle quali non ‘derivano’ ma alle quali si affiancano ad un altro ‘livello’.

La risposta puntuale alla domanda sul rapporto tra Teologia e Canonistica la traggo da Ladislas Orsÿ che parla di “fides quærens intellectum” per la Teologia e “fides quærens actionem” per la Canonistica. Nell’ultimo capitolo del volume parlo di “norma fidei” e “norma communionis” (articolazioni della più generale “norma missionis”) proprio per indicare i due ambiti di competenza: il contenuto della fede, da una parte (interesse delle Teologie), la modalità di vivere tale fede, dall’altra (interesse della Morale e del Diritto canonico, oltre che della Liturgia).

Quando nasce la «Teologia del diritto»?
La risposta è complessa, anche perché questo è uno dei temi ‘roventi’ della materia… proprio uno di quelli che ho voluto escludere dal volume e porre alla base della pubblicazione dello scorso anno così che i lettori del presente volume possano interessarsi solo degli ‘effetti’ contenutistici di quanto ‘accadde’ circa novant’anni fa.

Una sintesi è comunque possibile in questi termini: la Disciplina –sottolineo– ‘accademica’ della “Teologia del Diritto canonico” è nata nel 2002/2003 dalla riforma degli studi di Diritto canonico. Prima di quella data era un ‘tema’ ma non una Disciplina accademica. Un ‘tema’ nato in ambito germanico quando una parte di Protestanti tedeschi, innanzi alle Leggi razziali del 1933, hanno dovuto ammettere che il presupposto luterano secondo il quale il Diritto è ‘cosa secolare’ e quindi anche il Diritto che regola la Chiesa è di spettanza del ‘Principe’, non poteva più essere accettato. Il nuovo ‘Principe’, infatti, si mostrava radicalmente anti-evangelico! Il problema fu il c.d. “paragrafo ariano” col quale il Sinodo della Chiesa evangelica ‘accettava’ nella Chiesa le direttive razziali Naziste. Alla radice del movimento di reazione troviamo (significativamente) Dietrich Bonhoeffer  (ucciso in campo di concentramento). Nacque in quell’occasione l’idea che il Diritto della Chiesa ha a che fare con la Teologia. Questo in ambito protestante tedesco.

Va considerato, inoltre, un elemento ancor oggi problematico: per quanto ‘mi’ riguarda, e per quanto riguarda gli studi canonistici, si tratta di una Teologia del “Diritto canonico” e non del “Diritto” come tale! Sebbene in Germania il problema nell’immediato dopo-guerra abbia coinvolto direttamente l’intero post-Auschwitz, con la tematica –non canonistica– del Diritto ingiusto!

Nel dopo-guerra anche in ambito cattolico, sempre tedesco, ci si è posti il problema del rapporto tra Diritto canonico e Teologia: erano gli anni che stavano ‘preparando’ almeno culturalmente (ed ancora inconsapevolmente) il futuro Concilio Vaticano II. Il tema era importante per i cattolici poiché con evidenza il Codice di Diritto canonico promulgato nel 1917 regolava la vita di una Chiesa che non c’era più, nei termini e presupposti là fissati. In quelle circostanze un certo numero di canonisti cattolici cominciò a mostrarsi sensibile alla problematica e, ignorandone in gran parte i presupposti originari, cominciarono a proporre discorsi e ragionamenti proprio sul necessario rapporto (finalmente) tra Diritto canonico e Teologia. I decenni del post-Concilio con la revisione del Codice canonico del 1917 per redigere quello attuale (promulgato nel 1983) continuarono ad alimentare per vari motivi e da varie direzioni e per vari ‘interessi’ la tematica rendendola ineludibile. E così a circa vent’anni dal nuovo Codice di Diritto canonico si è capito e deciso che il Diritto della Chiesa andava studiato in un modo diverso da prima… E si è creata la nuova Disciplina accademica di cui stiamo parlando.

Quali critiche muove alla Teologia del diritto la rivista Concilium?
La questione è molto articolata ed è rischioso semplificare troppo. Credo comunque che si possa dire che la Rivista Concilium –in realtà SOLO qualcuno dei suoi iniziali Direttori– abbia svolto la preziosa funzione di ri-bilanciare la problematica del rapporto tra Teologia e Diritto canonico, avendo colto in modo chiarissimo il rischio che si stava correndo in ambito cattolico: la sacralizzazione del Diritto canonico stesso. Qualche elemento in merito. (1) Prima di tutto la necessaria distinzione tra religioso, spirituale, teologico, divino, sacro… non entro qui nello specifico, ma il solo usare termini diversi permette di capire che non si possono ritenere le cose tutte uguali… Se, pertanto, i protestanti cogliendo e sottolineando lo spessore ‘teologico’ del Diritto canonico (una novità per loro!) non correvano rischi di ‘andare oltre’, i cattolici, invece, scivolarono spesso dal teologico, al divino, al sacrale… giungendo a rendere ‘teologico’ in senso forte il Diritto canonico: “è” la volontà di Dio! (2) Altro elemento essenziale per comprendere la dinamica della quale trattiamo è l’approccio ‘pastorale’ proposto ed esigito da Concilium: il Diritto canonico non è ‘qualcosa’ in sé, né tanto meno è ‘sacro’, ma è uno strumento a servizio della Pastorale e missione della Chiesa. Io, per far capire questo approccio, uso spesso l’immagine della Grammatica rispetto alla lingua parlata: la pastorale è la lingua parlata (da tutti, tutti i giorni, spesso in modo approssimativo), il Diritto canonico è la Grammatica che ‘regge’ e dà stabilità alla lingua. Come non si possono scindere la lingua e la sua Grammatica, così Pastorale e Diritto canonico. ‘Dire cose facendosi capire’ e ‘fare un discorso’ sono realtà ben diverse! (3) La chiarezza epistemologica del ‘padre’ di questa linea (il canonista e teologo spagnolo Teodoro Jiménez Urresti) portò alla creazione di uno slogan tanto chiaro per chi voleva capire, quanto assurdo per tutti gli altri: occorreva (siamo nel 1965!) de-teologizzare il Diritto canonico e de-giuridizzare la Teologia. Teologia e Diritto canonico sono sì realtà ‘ecclesiali’ ma distinte e da-distinguersi sotto ogni piano, livello, ed approccio. Un conto sono i ‘contenuti’ (teologici) del Diritto canonico, cosa ben diversa è la sua ‘natura’ (tutta, solo, umana!). Criterio sommo di distinzione è la differenza tra ‘imperativo teologico’ e ‘regola canonica’; l’esempio è chiaro se pensiamo all’Eucaristia: “fate questo in memoria di me” è imperativo teologico, immutabile, indiscutibile, irrinunciabile (anche in tempo di pandemia!); “come” celebrare la Messa è regola canonica, contingente, mutabile, circostanziale (come in tempo di pandemia!).

Qual è il fondamento epistemologico della Teologia del diritto?
Occorre innanzitutto precisare, come già accennato, che stiamo parlando di sola “Teologia del Diritto CANONICO” e non del “Diritto” in sé e per sé che, volendo, potrebbe anche esistere come materia autonoma di studio, ma s’interesserebbe di ‘altro’, ricadendo nell’ambito della Teologia fondamentale o della Teologia morale sociale.

Nella mia proposta, che segue, quella di Jiménez Urresti ed Orsÿ si tratta, come già detto in precedenza, di pensare (e costruire) una Disciplina metodologica sovra-ordinata che permetta (come, appunto la Farmacologia o la Meccatronica) la giusta e corretta ed efficace intercomunicazione tra Teologia e Canonistica, rispettando le legittime identità ed autonomie epistemologiche delle due Scienze ‘primarie’. Uso spesso l’immagine del ‘crinale’ di montagna tra due versanti completamente diversi: un crinale che non separa ma permette comunicazioni utili per entrambi i versanti ed il ‘loro’ mondi, che sono e devono restare diversi ed autonomi, sebbene non ‘indipendenti’ ed autarchici.

Quale natura e funzione del Diritto canonico emergono dalla prospettiva ecclesiologica del Vaticano II?
Fondamentalmente quello che accennavo per Concilium: il posto del Diritto canonico nella vita della Chiesa non è quello ‘fondativo’ (come vorrebbero le linee che teologizzano il Diritto canonico, sacralizzandolo), ma quello ‘operativo’: essere Grammatica della Pastorale.

Facendo una sorta di ‘salto’ teoretico, a motivo di spazi e tempi disponibili, provo a dirla in questi termini: fino al Concilio Vaticano II la concezione che la Chiesa cattolica aveva di sé la poneva nei confronti del mondo in una posizione che la costringeva a vedere e gestire il Diritto canonico come “Ius de rebus divinis in mundo”: quella che, con altri termini, Papa Francesco ha indicato come la “dogana” tra Dio e l’umanità. Il Diritto canonico post-conciliare è con certezza soltanto uno “Ius de Christifidelibus in Ecclesia”, cioè: quanto e come i battezzati possono operare nella vita ecclesiale. Per qualcuno (sia ‘conservatori’ che ‘progressisti’, seppure per motivi diversi) si tratta di un indebito ripiegamento al proprio interno… di fatto è quanto il Diritto canonico è sempre stato ed ha sempre fatto nella vita della Chiesa cattolica.

Come si esprime la struttura teologica nel CIC 83?
Anche questa questione non è immediata, e proprio per questo le dedico uno dei capitoli del libro. Diciamo che una vera “struttura teologica” in senso forte del CIC 83 non è visibile, semplicemente perché a suo tempo non fu ‘progettata’ (come illustro e motivo nel testo); esiste invece un forte condizionamento teologico della struttura codiciale soprattutto a livello di ‘individuazione’ dei contenuti. In sintesi: le ‘stesse’ cose di sempre, collocate anche in modi non troppo diversi dal Codice del 1917, ma ‘chiamate’ e pertanto individuate e comprese in modo diverso. Che, p.es., si trattino prima i fedeli come tali ed i laici rispetto ai chierici non è senza significato. Che i Sacramenti non siano “culto divino” ma “attività di santificazione degli uomini”, così come che si parli di “dovere ed attività della Chiesa di insegnare” anziché di semplice Magistero… sono ‘cambi’ concettuali non da poco. Anche la forte dimensione ‘personalista’ (rispetto al precedente ‘oggetivismo’) segna, p.es., il Matrimonio prendendo i concetti fondamentali non dalla tradizione canonica inveterata ma dalla Costituzione pastorale del Vaticano II “Gaudium et Spes” n. 48, costituisce un grande passo avanti, non tanto a livello di ‘struttura’ dello strumento materiale “Codice di Diritto canonico” ma di struttura del pensiero che si esprime in quelle norme.

Paolo Gherri è professore ordinario di Teologia del Diritto canonico ed incaricato di Diritto amministrativo canonico presso l’Institutum Utriusque Iuris della Pontificia Università Lateranense (Istituzione pontificia) in Roma. È membro del “Gruppo Italiano Docenti di Diritto Canonico” (G.I.D.D.C.) e membro del Consiglio direttivo della Consociatio Internationalis Studio Iuris Canonici Promovendo. Dal 2006 è segretario e redattore della Rivista internazionale “Apollinaris. Commentarius iuridicus Instituti Utriusque Iuris”. Dal 2006 organizza annualmente le “Giornate canonistiche interdisciplinari” della Pontificia Università Lateranense, delle quali cura anche l’edizione degli Atti (10 volumi, ad oggi). Tra le sue pubblicazioni: Canonistica, Codificazione e metodo (Città del Vaticano, 2007), Introduzione al Diritto amministrativo canonico. Fondamenti e Metodo (Giuffrè, 2015, 2018), Introduzione critica alla Teologia del Diritto canonico (Giappichelli, 2019), Teologia del Diritto canonico. Lezioni introduttive (LUP, 2020)

NON PERDERTI LE NOVITÀ!
Iscriviti alla newsletter
Iscriviti
Niente spam, promesso! Potrai comunque cancellarti in qualsiasi momento.
close-link