“Per non dire di no” di Fabio Biondi

Per non dire di no, Fabio BiondiPer non dire di no
di Fabio Biondi
Europa Edizioni

È una storia di lavoro e impegno civile, di sacrificio e dedizione, di diuturna attenzione agli altri e solidarietà quella narrata da Fabio Biondi nelle pagine del suo Per non dire di no. Definirla solo un’autobiografia sarebbe assai riduttivo: in queste pagine scorrono molto più che semplici avvenimenti; in esse si percepisce giorno dopo giorno, vicenda dopo vicenda, la serena accettazione della vita incarnata nella tendenza a “non dire di no” che dà titolo al libro.

Fabio Biondi è un uomo che si riconosce «fortemente debitore verso la vita», una gratitudine che traspare limpidamente dalle sue parole e dai suoi racconti, un uomo che conosce il valore dei rapporti umani, tanto che, a distanza di 50 anni, il suo primo datore di lavoro rimane «tuttora […] il mio migliore amico e confidente.»

Il libro offre «una raccolta di numerose vicende, testimonianze ed esperienze di vita, che auguro rappresentino con pienezza la capacità di essere protagonisti anche in un piccolo territorio come quello della media valle del Serchio e della vicina Lucca.» Impreziosisce la lettura la consapevolezza che «il libro sarà l’unico lascito che dedico ai miei familiari, alla stregua di un testamento morale.»

Biondi è cresciuto in una famiglia semplice ricevendo un’educazione fatta di «valori sani e solidi, che mi hanno fatto imparare molto presto l’importanza della vita». Valori che ha ampiamente testimoniato nella sua esistenza: per oltre quarant’anni, ad esempio, è stato un donatore di sangue.

Biondi sa bene «che l’uomo non vale per i soldi che possiede, ma per il credito di cui gode» e nella vita si è sempre prodigato per chiunque gli si rivolgesse in cerca di aiuto: «mi sono servito del denaro molto facilmente quanto vorticosamente, tenendo sempre conto di essere utile alla macro-economia e al bene comune. Ho semplicemente trasferito nell’economia reale il credito che il sistema finanziario mi rendeva disponibile.»

Offerta
Per non dire di no
  • Biondi, Fabio (Autore)

Colpisce l’intensità di esperienze come quella vissuta durante il servizio di leva, per «giorni in cima a un picco della Marmolada a circa tremila metri di altezza»: «non provavo nessuna sensazione angosciosa, ma piuttosto una pace totale. Anzi, uno stato d’animo particolare, favorito, credo, da certe riflessioni, come quella di trovarsi nella scabrosa situazione di chi non conosce il senso della propria esistenza e per il quale tutto quanto può apparire sbiadito e confuso, fino a chiedersi cosa sia l’amore, l’amicizia, il padre, la madre… So che non è vero; e tuttavia l’impressione di essere statico, immobile fra la vita e la morte, fra il cielo e il mare, in quegli attimi mi ha tormentato. Ed è allora che ho sentito indispensabile alzarmi in punta di piedi, guardare l’infinito, nella speranza di cogliere quel movimento che trascina la mia esistenza verso la propria meta.»

Un’esperienza capace di ispirargli parole come queste: «Amo. Finalmente e gioiosamente amo. Un vorticare di sensazioni ha avvolto il mio essere. Il bello e il sublime. L’universo e il mondo. Il vento e il sole. La notte buia e colma di mistero. L’umile fiore e i prati. La gioia di vivere e una felicità immensa. Tutto quanto si accavalla, incessantemente, nel mio intimo vivo. Amo, come dire: tutto, come dire vita.»

Tra le pagine il racconto della vita scorre via senza mai stancare: l’attività di consulente del lavoro, il matrimonio con Imelda, le amicizie, le disavventure giudiziarie e le numerose imprese economiche, delle quali tuttavia ammette: «non mi sono mai considerato particolarmente abile, ma mi è sempre piaciuto “brigare”, organizzare e soprattutto sognare mille progetti diversi.»

Un’importante lezione di vita, semplice e cristallina nella sua scabra verità, che rende la lettura di questo libro un’impareggiabile occasione di crescita personale.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Non perderti le novità!
Mi iscrivo
Niente spam, promesso! Potrai comunque cancellarti in qualsiasi momento.
close-link