Mina Settembre: i libri della serie

Gelsomina Settembre, detta Mina, è la protagonista di una serie di fortunati racconti e romanzi dello scrittore napoletano Maurizio de Giovanni. Pubblicati in parte da Sellerio e in parte da Einaudi nella collana Stile Libero, i racconti sono stati accolti fin da subito con affetto dai lettori e hanno poi dato vita a una fiction per Rai 1, di grande successo, in cui la protagonista è interpretata da Serena Rossi.

Mina è un’assistente sociale quarantenne che lavora in un consultorio dei Quartieri Spagnoli, nel cuore della città di Napoli (nella fiction l’ambientazione è il Rione Sanità).

La affianca Domenico Gammardella detto Mimmo, un affascinante ginecologo: “Mimmo si presentò una mattina di primavera, giovane e stazzonato il giusto, i capelli spettinati e impettinabili a incorniciare occhi nocciola chiaro, un velo di barba bionda, denti forti e bianchi che balenavano in improvvisi sorrisi, spalle larghe e dita lunghe e sottili. Perfino la fossetta sul mento, aveva. Mina, una volta richiusa la bocca, aveva esibito un’estrema e raggelante professionalità difensiva che aveva ricondotto il sorriso di Domenico chiamami Mimmo a dimensioni molto più contenute.”

Mina ne è chiaramente attratta, così come lo sono tutte le pazienti del dottore, ma proprio per questo non riesce a fare a meno di trattarlo in modo brusco. Mimmo al contrario, inconsapevole del proprio fascino, è sempre gentile con Mina e pur essendone innamorato non è in grado di esternare i suoi sentimenti.

Divorziata dal magistrato Claudio De Carolis, ancora innamorato di lei, Mina è stata costretta a tornare a vivere con la madre, nella stessa cameretta che occupava da ragazzina. Questa situazione le sta stretta, anche perché la madre (Concetta nei libri, Olga nella serie) la critica spesso sia per le scelte sentimentali che per quelle lavorative. “Da quel momento, l’unica occupazione della signora Concetta (detta «il Problema», appunto) era una stigmatizzazione costante e articolata della vita della figlia, che invece di tendere a procurarsi un uomo purchessia si perdeva dietro a inutili inezie quali il lavoro di assistente sociale, il bene del mondo e la lotta contro il degrado.”

È proprio il lavoro la passione più coinvolgente nella vita di Mina, “una passione sociale che aveva fortemente voluto diventasse una professione che peraltro non le avrebbe mai consentito una brillante carriera né tantomeno l’indipendenza economica che aveva millantato in precedenza.”

Il suo spiccato senso della giustizia sociale la induce a cercare sempre e comunque di aiutare i più deboli e fragili – bambini, anziani, donne – anche quando ciò implica mettersi contro persone pericolose e anche quando diventa necessario addentrarsi in quei territori che sono dentro alla giustizia ma fuori dalla legge. “Già, la legge. Per te esiste solo quella”, dice Mina parlando a Claudio, “Beh ti do una notizia Claudio. La legge è un recinto dentro il quale e fuori dal quale si muovono gli esseri umani e se qualcuno si trova nei guai la legge non dovrebbe essere un impedimento a dargli una mano, ma un supporto.”

È proprio intorno al lavoro di Mina come assistente sociale che si intrecciano le storie, tra il crime e il thriller, narrate nei racconti e nei romanzi che la vedono protagonista.

Nel primo racconto, Un giorno di Settembre a Natale (compreso nell’antologia “Regalo di Natale”, edita da Sellerio nel 2013) Mina è coinvolta nella vicenda di Nanninella, ex bambina dei Quartieri Spagnoli e ora prostituta. Per aiutarla Mina è costretta a mettersi contro ai Luongo, la temuta famiglia che governa il quartiere e mezza città.

In Un telegramma da Settembre (nell’antologia “La scuola in giallo”, Sellerio, 2015) Mina è coinvolta nella vicenda di un ragazzino, Kevin, che non frequenta la scuola. “Lo so, che Kevin a scuola non ci va”, ammette la madre del bambino quando Mina le fa notare il problema, “È naturale, con tutto quello che tiene da fare. Dovete avere un poco di pazienza, appena il fratello esce da dove sta e riprende il posto suo, il ragazzo a scuola ci torna”. E Mina si trova quindi a dover lottare non solo con la camorra ma anche con una madre convinta che la criminalità sia l’unica alternativa possibile per suo figlio.

Segue Dodici rose a Settembre (Sellerio, 2019). Si tratta del primo vero e proprio romanzo completo dedicato a Mina. In questo romanzo, Mina inizia a ricevere ogni giorno una rosa rossa. Sembra trattarsi di un ammiratore segreto, ma in realtà Mina si trova a dover affrontare il serial killer soprannominato “l’Assassino delle Rose”, su cui peraltro sta indagando anche il suo ex marito Claudio, magistrato.

In Troppo freddo per Settembre (Einaudi, 2020), la protagonista supporta nuovamente l’ex marito, questa volta nelle indagini sulla morte di un anziano professore, trovato senza vita in una soffitta. Benché la morte venga imputata a una disgrazia, a Mina sorgono dei sospetti che la portano ancora una volta a scontrarsi con una famiglia potente e pericolosa.

Infine, nell’ultimo romanzo pubblicato, Una Sirena a Settembre (Einaudi, 2021), un’anziana donna, detta “La Signora”, viene scippata e finisce in coma, mentre la televisione manda in onda uno strano servizio su un cane e un bambino che si contendono un pezzo di pane tra cumuli di spazzatura. Anche in questo caso Mina va oltre alle apparenze e, con l’aiuto di Mimmo, cerca di scoprire che cosa si celi dietro questi strani fatti.

Maurizio de Giovanni confessa che il personaggio della Signora di quest’ultimo romanzo è ispirato a sua madre, a cui è anche dedicato il libro: “È il ricordo di questa meravigliosa donna e della sua capacità di raccontare”. Ed è forse proprio dalle capacità di affabulazione materne che nasce anche l’abilità di De Giovanni di creare personaggi e intrecci così amati dai lettori. Racconti che, pur affrontando situazioni gravi e complesse, anche dal punto di vista sociale, conservano un tono da commedia che li rende leggeri e gustosi.

Silvia Maina

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Non perderti le novità!
Mi iscrivo
Niente spam, promesso! Potrai comunque cancellarti in qualsiasi momento.
close-link